NUOVO P.R.G.C. – Procedimento di Valutazione Ambientale Strategica

Questa pagina è dedicata al processo di Valutazione Ambientale Strategica (VAS) che coinvolge il procedimento di approvazione del redigendo nuovo Piano Regolatore di Bardonecchia. Questa pagina sarà nel tempo integrata per permettere ai cittadini ed agli utenti di seguire il percorso valutativo che accompagnerà l’approvazione del nuovo P.R.G.C. Il procedimento di VAS segue l’approvazione da parte del Consiglio Comunale (D.C.C. n. 14 del 30.03.2011) del Documento programmatico costituente l’avviamento del procedimento di approvazione del nuovo P.R.G. comunale: il Documento programmatico contiene le linee strategiche, dal punto di vista urbanistico, che l’Amministrazione si impegna a seguire nella predisposizione del Piano. E’ opportuno inoltre sottolineare che il procedimento in oggetto sarà anche espletato nel rispetto del Sistema di Gestione Ambientale comunale: si rammenta infatti che il Comune di Bardonecchia  ha ottenuto e mantiene la certificazione ISO 14001:2004.

 Sommario della pagina:

 

Cos’è la Valutazione Ambientale Strategica (V.A.S.)

  Il concetto di Valutazione Ambientale Strategica per piani e programmi nasce formalmente con la Direttiva 01/42/CE la quale prevede, per alcune tipologie di piani o programmi, che a fini della predisposizione dei medesimi vengano effettuate  le opportune valutazioni sugli effetti negativi e positivi che tali strumenti possono  apportare all’ambiente, implementando pertanto un modello di pianificazione e programmazione sostenibile: questa valutazione costituisce il necessario supporto tecnico alle scelte dell’Amministrazione in termini pianificatori (individuazione delle alternative, individuazione delle azioni di minimizzazione, mitigazione e compensazione degli impatti).   La sostenibilità, in quanto obiettivo di fondo, rappresenta anche il filo conduttore per rendere effettivi l’integrazione ed il coordinamento tra tutti i settori e le scale di pianificazione e programmazione. In ultimo, ma non meno importante, rappresenta uno strumento per un maggiore coinvolgimento della società civile nel procedimento di pianificazione. Il procedimento di VAS rappresenta pertanto un’occasione da cogliere, a cui si arriva attraverso il contributo, lo sforzo di tutti gli attori in gioco, a partire dalle Amministrazioni che hanno la responsabilità di decidere, ai cittadini,  che possono supportare l’Amministrazione e che hanno la responsabilità di adottare comportamenti coerenti le scelte effettuate.   La Direttiva 01/42/CE (VAS) estende infatti ai piani e programmi l’ambito di applicazione della Valutazione di Impatto Ambientale (VIA), già prevista per determinate tipologie di progetti, nella consapevolezza che i cambiamenti ambientali sono causati non solo dalla realizzazione di nuove opere, ma anche dalla messa in atto delle decisioni strategiche contenute negli strumenti di pianificazione.   La norma di recepimento da parte dello Stato italiano è il D.Lgs 152/2006 “Norme in materia ambientale” successivamente sostituito nella Parte Seconda dal D.Lgs. 4/2008 recante “Ulteriori disposizioni correttive ed integrative del D.Lgs. 152/2006”. In Regione Piemonte, in attesa dell’adeguamento dell’ordinamento regionale alla norma nazionale, trova applicazione l’art. 20 della l.r. 40/98, in quanto coerente con la Direttiva 2001/42/CE. Inoltre, al fine di garantire la compatibilità di tale norma con l’atto statale di recepimento, la Regione ha emanato, quale primo atto di indirizzo e di coordinamento in materia di VAS, la DGR 12-8931 del 9/06/2008 (“D.Lgs. 152/2006 e s.m.i. Norme in materia ambientale Primi indirizzi operativi per l’applicazione delle procedure in materia di Valutazione ambientale strategica di piani e programmi”). La D.G.R. succitata è stata successivamente sostituita dalla D.G.R. n. 25-2977 del 29 febbraio 2016 “Disposizioni per l’integrazione della procedura di valutazione ambientale strategica nei procedimenti di pianificazione territoriale e urbanistica, ai sensi della legge regionale 5 dicembre 1977, n. 56 (Tutela ed uso del suolo)”  pubblicata sul B.U. n. 10 del 10 marzo 2016. La VAS, pertanto, è un procedimento che deve aiutare  le Amministrazioni a verificare se le proprie opzioni di cambiamento e trasformazione vadano nella direzione corretta della sostenibilità ambientale, dove lo sviluppo sostenibile è inteso come:   “quello sviluppo capace di soddisfare le necessità della generazione presente senza compromettere la capacità delle generazioni future di soddisfare le proprie necessità”. (Il Rapporto Brundtland 1987)  

La procedura della Valutazione Ambientale Strategica

  Il percorso di valutazione ambientale di un Piano ha la sua efficacia se affrontato in modo contestuale e integrato con il processo di formazione del piano stesso. E’ quindi necessario che le azioni e gli atti formali siano programmati in modo coerente a tale obiettivo.  
Fase urbanistica Fase VAS Atto formale VAS
DOCUMENTO PROGRAMMATICO / PROPOSTA TECNICA PROGETTO PRELIMINARE Definizione Autorità competente, procedente e proponente e relativi referenti step point
Individuazione soggetti competenti in materia ambientale
Redazione DOCUMENTO TECNICO PRELIMINARE Approvazione in Consiglio Comunale
Trasmissione DOCUMENTO TECNICO PRELIMINARE (scooping) Comunicazione e avvio consultazione
Valutazione dell’organo tecnico: documento tecnico preliminare
Adozione PROGETTO PRELIMINARE RAPPORTO AMBIENTALE PRELIMINARE integrato delle eventuali osservazioni dell’organo tecnico al Documento Preliminare Adozione in Consiglio Comunale
Approvazione PROGETTO DEFINITIVO RAPPORTO AMBIENTALE Definitivo, integrato delle eventuali osservazioni dell’organo tecnico al RA Preliminare Approvazione in Consiglio Comunale
Trasmissione documenti del PRGC e VAS
Gestione del PRGC (ATTUAZIONE) Monitoraggio delle azioni e degli effetti in attuazione al Piano
Nella precedente tabella sono sintetizzate le fasi procedimentali interessanti il procedimento tipicamente urbanistico ed il procedimento di VAS (a destra della tabella il puntatore indica in quale fase si trova il procedimento in oggetto). Si riporta a seguire lo schema metodologico caratteristico del procedimento di VAS per Piani e Programmi, tratto da “Progetto Enplan  – linee guida 2004”

schema metodologico caratteristico del procedimento di VAS per Piani e Programmi, tratto da “Progetto Enplan - linee guida 2004”

Coinvolgimento e partecipazione nel processo valutativo

La Direttiva 2001/42/CE prevede, in coerenza con i principi della trasparenza, il coinvolgimento delle autorità competenti in materia ambientale e del pubblico. Il processo di partecipazione costituisce quindi uno degli elementi centrali del processo di VAS, essendo finalizzato alla formulazione quanto più possibile partecipata e consensuale dei contenuti degli strumenti di programmazione e pianificazione. È importante che avvenga durante tutto il percorso di progettazione fin dalle sue fasi iniziali. La condivisione riguarda principalmente il livello istituzionale (enti e organismi coinvolti nel processo di pianificazione) ed avviene mediante la strutturazione di momenti di confronto all’interno di un percorso specificatamente disciplinato (conferenze, tavoli concertativi, ecc.)   In particolare, sono invitati a intervenire, ed a dare il proprio contributo, i soggetti competenti in materia ambientale (vale a dire le strutture pubbliche competenti in materia ambientale e della salute, per livello istituzionale o con specifiche competenze settoriali) e il pubblico (inteso sia come soggetti tecnici o con funzioni di gestione dei servizi sia come singoli cittadini e loro associazioni, categorie di settore, organizzazioni e gruppi di varia natura). I citati soggetti sono chiamati a partecipare a specifiche Conferenze di verifica e valutazione / Consultazioni, intese come momenti finalizzati ad acquisire elementi informativi, sul quadro attuale e sui limiti e le condizioni dello sviluppo sostenibile e, soprattutto, a raccogliere pareri e indicazioni sui contenuti della proposta di piano.   Con la Delibera di Consiglio Comunale n.6 del 12.03.2012 è stato approvato il Documento Tecnico Preliminare per il Procedimento di Valutazione Ambientale Strategica inerente la variante generale del Piano Regolatore di Bardonecchia. Per quanto riguarda il coinvolgimento della cittadinanza tale documento propone un percorso di informazione e partecipazione così articolato.
  1. Assemblee pubbliche con illustrazione dei contenuti di delibera programmatica.
  2. Messa a disposizione dei documenti, anche via web
  3. Apertura di una pagina web per accogliere proposte e suggerimenti
  4. Report delle proposte
  5. Formazione di tavoli di lavoro (focus group) per affrontare temi specifici
La presente pagina è stata pertanto implementata in attuazione specificatamente dei precedenti punti. In data 20.04.2012 di svolta la Conferenza dei servizi (cosiddetta conferenza di specificazione) sul Documento Tecnico Preliminare alla VAS. Sono stati invitate alla conferenza, oltre agli enti territoriali ed istituzionali, anche le associazioni portatori di interessi collettivi con particolare riferimento alla salvaguardia ambientale (es. VVF, Legambiente).  

Sezione proposte e suggerimenti pertinenti al processo di V.A.S.

Si ritiene innanzi tutto utile sottolineare, al fine di non creare equivoci, che l’auspicato contributo da parte dei cittadini nel procedimento di V.A.S. dovrebbe riguardare aspetti di pianificazione generale o meglio idee e suggestioni attinenti il soddisfacimento delle aspetti ambientali ritenuti maggiormente significativi dalla collettività  e che si ritiene pertanto il Piano dovrebbe maggiormente analizzare, salvaguardare  e prendere in considerazione. In questa sezione è quindi stato implementato uno spazio per tutti coloro i quali vorranno partecipare a questo procedimento e che vorranno pertanto inviare all’amministrazione il proprio contributo. L’utilizzo di questo form prevede l’inserimento del proprio codice fiscale e la possibilità di inserire stringhe di testo di presentazione di massimo 500 caratteri e documenti allegati per massimo 2Mbytes. Sono disponibili nella seguente sezione “Documentazione” le dispositive presentate durante l’incontro sul nuovo P.R.G.C. tenutosi il 18.01.2013 al Palazzo delle Feste.

Documentazione