Agibilità

Scheda: 1) Descrizione del servizio/procedimento
  1. A far data dal 11.12.2016 il certificato di agibilità è sostituito dalla Segnalazione Certificata di agibilità ex art. 24 del D.P.R. 380/2001.
La segnalazione attesta la sussistenza delle condizioni di sicurezza, igiene, salubrità, risparmio energetico degli edifici e degli impianti negli stessi installati, valutate secondo quanto dispone la normativa vigente e sulla base della documentazione di collaudo presentata. Chi può presentare la segnalazione di agibilità Il soggetto titolare del permesso di costruire o il soggetto che ha presentato la denuncia/segnalazione di inizio attività, o i loro successori o aventi causa. Quando presentare la segnalazione di agibilità L’istanza va presentata in caso di: 1) nuove costruzioni; 2) ricostruzioni o sopraelevazioni totali o parziali; 3) interventi su edifici esistenti che possano influire sulle condizioni di sicurezza, igiene, salubrità, risparmio energetico degli edifici e degli impianti negli stessi installati come meglio indicato nel Regolamento Edilizio; La segnalazione deve essere presentata allo Sportello unico edilizia entro 15 giorni dall'ultimazione dei lavori, pena l’applicazione delle sanzioni previste all’art. 24 del D.P.R. 380/2001. Validità  L'utilizzo delle costruzioni può essere iniziato dalla data di presentazione allo sportello unico della segnalazione corredata della documentazione obbligatoria. La presentazione della segnalazione o sussistenza del certificato di agibilità non impedisce  l'esercizio del potere di dichiarazione di inagibilità di un edificio o di parte di esso ai sensi dell'articolo 222 del regio decreto 27 luglio 1934, n. 1265. 2) Unità organizzativa responsabile dell'istruttoria Vedasi ufficio di competenza 3) Ufficio del procedimento Vedasi ufficio di competenza 4) Ufficio competente all'adozione del provvedimento finale Vedasi ufficio di competenza 5) Modalità per ottenimento informazioni sui procedimenti di interesse Vedasi recapiti Ufficio di competenza Vedasi pagina per consultazione pratiche 6) Tempi di svolgimento del procedimento, rilascio provvedimento e altri termini rilevanti L'utilizzo delle costruzioni  può essere iniziato dalla data di presentazione allo sportello unico della segnalazione corredata della documentazione obbligatoria. Si applicano tuttavia le disposizioni di cui ai commi 3 e 6bis della L. 241/1990. 7) Sostituzione del provvedimento con atti equipollenti e configurazione del silenzio amministrativo n.p. 8) Strumenti di tutela amministrativa e giurisdizionale Richiesta per ottemperanza indirizzata al Segretario Comunale: titolare del potere sostitutivo nei confronti dei Responsabili di Servizio che non rispettano i termini di conclusione dei procedimenti. Contro i provvedimenti dell’A.C. può essere presentato ricorso: ENTRO 60 GIORNI dalla notifica del presente provvedimento al Tribunale Amministrativo Regionale, nei termini e nei modi previsti dall’art. 21 e seguenti della Legge 6/12/71 n. 1034. ENTRO 120 GIORNI dalla notifica del presente provvedimento al Presidente della Repubblica, nei termini e nei modi previsti dall’art.8 e seguenti del D.P.R. 24/11/1971 n. 119. 9) Servizi on-line Vedasi SUE digitale 10) Costi e modalità effettuazione pagamenti 3) Diritti di segreteria: (vedasi apposita tabella) Modalità effettuazione pagamenti 11) Nome del soggetto a cui è attribuito, in caso di inerzia, il potere sostitutivo e modalità attivazione Presentazione istanza al Segretario comunale 12) Atti e documenti da allegare all'istanza
  1. Le pratiche relative alle attività produttive ai sensi del D.P.R. 7 settembre 2010 n.160 e s.m.i. devono essere avviate attraverso lo "sportello unico per le attività produttive" istituito presso la Comunità Montana Via Trattenero 15 Bussoleno (SUAP delle Valli).
  2. L'invio   deve avvenire utilizzando esclusivamente l'apposita piattaforma on-line dal  SUE digitale
La segnalazione va presentata  accompagnata, qualora non ancora presentati nel corso dei lavori, dai documenti previsti dal D.P.R. 380/2001, dal Regolamento Edilizio e dalle altre disposizioni normative di settore fra cui: - attestazione del tecnico abilitato sulla sussistenza delle condizioni di sicurezza, igiene, salubrità, risparmio energetico degli edifici e degli impianti negli stessi installati e sulla conformità di quanto realizzato ai progetti approvati/presentati - estremi della dichiarazione di iscrizione/variazione catastale - certificati/dichiarazioni  di conformità/collaudi degli impianti - dichiarazione asseverata attestante le disposizioni sul risparmio energetico -  attestato di certificazione/prestazione energetica -  documentazione relativa alla prevenzione incendi -  certificato di collaudo statico -  asseverazione sul rispetto delle norme sulle barriere architettoniche -  dichiarazione sul rispetto delle norme sull’inquinamento acustico -  documenti attestanti eventuali obblighi di dismissione aree a servizi o di realizzazione delle opere di urbanizzazione -  piante dell'edifico o delle u.a. (che saranno allegate al certificato/attestazione) -  doc. fotografica esterna dell'edificio 13) Ufficio al quale rivolgersi per informazioni  Vedasi ufficio di competenza
  1. Le pratiche relative alle attività produttive ai sensi del D.P.R. 7 settembre 2010 n.160 e s.m.i. devono essere avviate attraverso lo "sportello unico per le attività produttive" istituito presso la Comunità Montana Via Trattenero 15 Bussoleno (SUAP delle Valli).
  2. L'invio   deve avvenire utilizzando esclusivamente l'apposita piattaforma on-line dal  SUE digitale
14) Ufficio responsabile della gestione dei dati, accesso ai dati e controlli sulle dichiarazioni sostitutive Vedasi ufficio di competenza Norme di Riferimento D.P.R. 6 giugno 2001 n. 380 e s.m.i.
  1. 241/1990 e s.m.i.
  2. 9 gennaio 1989 n. 13 - D.M. 14 giungo 1989 n. 236
D.M. 22 gennaio 2008 n. 37 D.Lgs. 19 agosto 2005 n. 192 - D.Lgs. 29 dicembre 2006 n.311 – L.R. 28 maggio 2007 n. 13 Regolamento Edilizio
Ufficio di competenza:
Allegati: Regolamento Edilizio comunale (agg. del 29.02.2016)
Diritti di segreteria Sportello unico edilizia (agg. del 12.01.2017)