Autorizzazione in deroga ai limiti di zonizzazione acustica

Scheda: 1) Descrizione del servizio/procedimento Le attività temporanee che non sono in grado di rispettare i limiti vigenti, possono essere svolte previa autorizzazione in deroga ai limiti previsti dalla classificazione acustica nel rispetto delle disposizioni riportate nel regolamento acustico comunale. Chi può presentare la richiesta di autorizzazione Chiunque debba svolgere un’attività per cui si presume il superamento dei limiti di immissione acustica. Quando presentare la richiesta
  1. Le pratiche relative alle attività produttive ai sensi del D.P.R. 7 settembre 2010 n.160 e s.m.i. devono essere avviate attraverso lo "sportello unico per le attività produttive" istituito presso la Comunità Montana Via Trattenero 15 Bussoleno (SUAP delle Valli).
  2. L'invio  dell'istanza   deve avvenire utilizzando esclusivamente l'apposita piattaforma on-line dal  SUE digitale
  3. Per quanto attiene attività quali manifestazioni, spettacoli, eventi ecc. (numero massimo di giorni per l’attività 30/anno), la richiesta di deroga e la relativa documentazione dovrà accompagnare la domanda di autorizzazione trasmessa al competente ufficio comunale ovvero allo S.U.A.P. (SUAP delle Valli)
Per le attività temporanee aventi i requisiti previsti e riportati all'art. 24 del Regolamento acustico, non è necessario presentare alcuna istanza. Validità  Qualora non altrimenti specificato nel provvedimento, l’autorizzazione sarà valida con riferimento ai periodi riportati nella relativa istanza, nel rispetto delle prescrizioni del Regolamento acustico e del Regolamento di Polizia Urbana. 2) Unità organizzativa responsabile dell'istruttoria Vedasi ufficio di competenza 3) Ufficio del procedimento Vedasi ufficio di competenza (attività non produttive) SUAP delle Valli (attività Produttive) 4) Ufficio competente all'adozione del provvedimento finale Vedasi ufficio di competenza 5) Modalità per ottenimento informazioni sui procedimenti di interesse Vedasi ufficio di competenza (attività non produttive) SUAP delle Valli (attività Produttive) Vedasi pagina per consultazione pratiche (attività non produttive) Vedasi pagina per consultazione pratiche (attività produttive) 6) Tempi di svolgimento del procedimento, rilascio provvedimento e altri termini rilevanti 30 giorni Nel caso A (cfr. Articolo 25  del regolamento acustico) l'autorizzazione è da considerarsi rilasciata come tacito assenso (non verrà emesso alcun provvedimento espresso). Il termine per la conclusione del procedimento può essere interrotto, oltre che per richieste integrative, anche per la richiesta di parere tecnico all’ARPA. 7) Sostituzione del provvedimento con atti equipollenti e configurazione del silenzio amministrativo Nel caso A (cfr. Articolo 25  del regolamento acustico) l'autorizzazione è da considerarsi rilasciata come tacito assenso (non verrà emesso alcun provvedimento espresso). 8) Strumenti di tutela amministrativa e giurisdizionale Richiesta per ottemperanza indirizzata al Segretario Comunale: titolare del potere sostitutivo nei confronti dei Responsabili di Servizio che non rispettano i termini di conclusione dei procedimenti. Contro i provvedimenti dell’A.C. può essere presentato ricorso: ENTRO 60 GIORNI dalla notifica del presente provvedimento al Tribunale Amministrativo Regionale, nei termini e nei modi previsti dall’art. 21 e seguenti della Legge 6/12/71 n. 1034. ENTRO 120 GIORNI dalla notifica del presente provvedimento al Presidente della Repubblica, nei termini e nei modi previsti dall’art.8 e seguenti del D.P.R. 24/11/1971 n. 119. 9) Servizi on-line Vedasi SUE digitale 10) Costi e modalità effettuazione pagamenti 1) Marca da bollo da 16,00 euro per istanza e 16,00 euro per provvedimento (possibilità di pagamento direttamente alla tesoreria comunale) 2) Diritti di segreteria: (vedasi apposita tabella) Modalità effettuazione pagamenti 11) Nome del soggetto a cui è attribuito, in caso di inerzia,  il potere sostitutivo e modalità attivazione Presentazione istanza al Segretario comunale 12) Atti e documenti da allegare all'istanza
  1. Le pratiche relative alle attività produttive ai sensi del D.P.R. 7 settembre 2010 n.160 e s.m.i. devono essere avviate attraverso lo "sportello unico per le attività produttive" istituito presso la Comunità Montana Via Trattenero 15 Bussoleno (SUAP delle Valli).
  2. L'invio  dell'istanza   deve avvenire utilizzando esclusivamente l'apposita piattaforma on-line dal  SUE digitale
L’istanza dovrà essere presentata allegando la documentazione e le informazioni richieste nella modulistica fra cui:
  • Ragione sociale, generalità e recapiti dell’impresa/società/persona richiedente
  • Generalità e recapito telefonico di un responsabile referente per le problematiche inerenti l’inquinamento acustico e che sia reperibile durante lo svolgimento delle attività
  • Ubicazione, tipologia di attività
  • Elenco e descrizione delle sorgenti sonore utilizzate (impianti, utensili, macchine ecc.)
  • Planimetria dell’area in oggetto 1:200 / 1:500 (tale comunque da identificare la posizione delle sorgenti e dei ricettori)
  • Orario di svolgimento  attività e orario utilizzo delle sorgenti sonoreDurata dell’attività temporanea, nel rispetto della durata massima prevista nel presente regolamento
  • Definizione degli accorgimenti tecnici ed organizzativi atti a mitigare l’impatto acustico, delle verifiche eventuali che si intendono compiere per garantire i limiti previsti dal presente regolamento
Nel caso B (cfr. Articolo 25 e 26 del regolamento acustico), che prevede il rilascio di provvedimento espresso,  è inoltre richiesto di allegare all'istanza la Valutazione di Impatto Acustico (v. Articolo 33) che dovrà in particolare:
  • Stimare i livelli di immissione durante l’esercizio delle attività ai confini dell’area e presso i ricettori più vicini
  • Valutare il livello di rumore residuo riscontrabile nell’aera in condizioni paragonabili a quelle di svolgimento dell’attività da autorizzare in deroga, con particolare riferimento ai ricettori più esposti, tenendo presente anche, con particolare riferimento alle spettacoli e manifestazioni, del rumore legato alla concentrazione di persone, alle fasi di deflusso in orario notturno, all’alterazione dei flussi di traffico nelle aree a parcheggio,
13) Ufficio al quale rivolgersi per informazioni 
  1. Le pratiche relative alle attività produttive ai sensi del D.P.R. 7 settembre 2010 n.160 e s.m.i. devono essere avviate attraverso lo "sportello unico per le attività produttive" istituito presso la Comunità Montana Via Trattenero 15 Bussoleno (SUAP delle Valli).
  2. L'invio  dell'istanza   deve avvenire utilizzando esclusivamente l'apposita piattaforma on-line dal  SUE digitale
14) Ufficio responsabile della gestione dei dati, accesso ai dati e controlli sulle dichiarazioni sostitutive Vedasi ufficio di competenza (attività non produttive) SUAP delle Valli (attività Produttive) Norme di Riferimento
  1. 26 ottobre 1995 n. 447
L.R. 20 ottobre 2000 n. 52 D.G.R.  6 agosto 2001 n. 85-3802 D.G.R.  14 febbraio 2005 n.46-14762 D.G.R. 2 febbraio 2004 n. n.9-11616 D.G.R. 11 luglio 2006, n. 30-3354 D.G.R. 27 giugno 2012 n. 24-4049 Piano di classificazione acustica comunale Regolamento comunale per la tutela dall'inquinamento acustico
Allegati: Regolamento comunale per la tutela dall'inquinamento acustico (agg. del 19.12.2012)
Diritti di segreteria Sportello unico edilizia (agg. del 12.01.2017)